Facility management: liquidità subito e scadenze più lunghe

 

"La cessione dei crediti garantisce risvolti immediati e positivi, tanto per i facility managers quanto per i debitori"

 

IL SETTORE

Un recente report MarketsandMarkets traccia la dimensione del mercato globale del Facility management. Un settore in cui si stima una crescita annuale del 12,6%, che toccherà i 42,2 miliardi di dollari nel 2021 e raggiungerà i 76,3 miliardi di dollari entro il 2026. A guidare il passaggio verso soluzioni e servizi di facility management concorrono l'adozione del cloud computing e l'integrazione con i software intelligenti. I big data, la robotica, l’intelligenza artificiale, ma anche un fenomeno decisamente in espansione come l’Internet of Things, stanno contribuendo a trasformare le modalità e l’evoluzione del Facility management che si trova a dover affrontare, però, problemi come la mancanza di standardizzazione, anche nelle soluzioni hardware, per ridurre i costi, i tempi di risposta e la necessità di personale per la manutenzione.

Il settore offre, quindi, alle PMI che operano nel Facility management opportunità interessanti in termini di cessione dei crediti, proprio nella prospettiva di nuovi investimenti nei processi interni di standardizzazione, oltre che di ampliamento del proprio portafoglio clienti.

 

LE ESIGENZE DELLE AZIENDE E I VANTAGGI OFFERTI DA CRESCITALIA

Le aziende che fanno parte del settore del Facility management ci segnalano come esigenza prioritaria quella di smobilizzare i propri crediti commerciali con termini di pagamento superiori a 60 giorni. CrescItalia interviene su questa problematica mediante l’acquisto pro-soluto dei crediti commerciali, operando con un’istruttoria veloce che non prevede la segnalazione delle operazioni in Centrale Rischi. Il vantaggio principale, oltre ai tempi stretti dell'operatività, consiste nel fatto che le imprese possono

valutare e scegliere quali crediti cedere, anche su uno stesso debitore, a patto, ovviamente, che si tratti di crediti certi, liquidi, esigibili e cedibili.

 

UN CASO GUIDA

Un cliente del settore Facility management si è rivolto a CrescItalia tra giugno e luglio di quest’anno cedendo circa 50 fatture. Al momento, la scelta del cliente è stata quella di caricare sulla piattaforma e cedere fatture intestate a un unico debitore, grande e solido. La liquidità derivata da questa operazione ha consentito:

  • l'immediata possibilità di alleggerire il proprio circolante in bilancio,
  • la disponibilità immediata di liquidità,
  • il miglioramento dei tempi medi di pagamento (DSO).

I VANTAGGI SPECIFICI PER I CEDENTI DEL SETTORE

Se distinguiamo tra i debitori continuativi e quelli sporadici di aziende del settore del Facility management, la cessione dei crediti riserva un vantaggio particolarmente significativo soprattutto se diretta alla prima tipologia di clienti. Una volta che sia ritenuta idonea, la cessione di questo tipo di fatture determina la certezza dei flussi di cassa. Non solo: il pagamento viene effettuato in anticipo rispetto al termine imposto in origine. Una duplice garanzia che consente ai cedenti di concedere termini di pagamento meno ravvicinati ai clienti continuativi e/o solidi che siano in linea con gli standard CrescItalia.

 

I VANTAGGI SIA PER I CEDENTI CHE PER I DEBITORI

La cessione di questa tipologia di crediti evidenzia un duplice risvolto positivo: da un lato, i cedenti ottengono liquidità immediata, senza dover attendere il pagamento della fattura da parte del cliente. Dall’altro, i debitori dialogano con un unico interlocutore continuativo, contrariamente a quanto avviene, spesso, per cessioni perfezionate su cessionari sempre diversi, con conseguenti implicazioni amministrative.

Quindi, entrambe le parti conseguono nell'immediato vantaggi tempestivi e non marginali.

Affidarsi a CrescItalia e cedere le fatture tramite la nostra piattaforma proprietaria produce per le PMI del Facility management risultati positivi e misurabili in termini di bilancio, di cassa, operativi, commerciali e, in parte, fiscali.

 

CLICCA QUI per iscriverti alla piattaforma di Crescitalia

 

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!