Trend fintech: come cambia la finanza del futuro

Quali sono i trend fintech per il 2020? Se il digitale è, per definizionein perenne movimento, il fintech si colloca ai vertici del settore per rapidità di evoluzione.  

Nuovi software e hardware hanno aperto la strada a possibilità fino a poco tempo fa impensabili, uniti a un quadro normativo che si è sbloccato con la direttiva PSD2 e, non ultimo, alla sempre crescente fiducia dei consumatori. 

Velocità e flessibilità sono le parole chiave per affrontare il cambiamento nella gestione del denaro. Anche quello dovuto al coronavirus: il lockdown ha avvicinato al digitale anche fasce di popolazione prima decisamente meno coinvolte, come gli anziani.  

trend fintech del cambiamento banche e pagamenti 

Molti servizi prima di quasi esclusiva pertinenza bancaria possono, oggi, essere forniti da terzi. Un nutrito parterre di attori ha cominciato a farsi notare con proposte estremamente attraenti per un pubblico giovane e nativo digitale, poco avvezzo a interfacciarsi con gli istituti di credito. 

Le banche tradizionali, dal canto proprio, si sono trovate di fronte a una scelta: raccogliere la sfida del cambiamento o subirla passivamente.  

Challenger bank 

Per analizzare i trend fintech del 2020 in Europa partiamo proprio dalle banche online, le cosiddette challenger bank: prive di sportelli, lavorano esclusivamente attraverso applicazioni per cellulare (al massimo, app per desktop). Costi bassissimi e immagine cool consentono a questi player di avvicinarsi più facilmente al pubblico dei giovanissimi, poco abituati all’idea di spendere per gestire un conto corrente.  

Direttiva PSD2 

Strettamente connesso è il settore dei pagamenti. La direttiva PSD2 (Payment Services Directive 2) ha fissato uno spartiacque, innovando lo scenario normativo. Oggi è possibile ottenere informazioni e disporre ordini di pagamento sui conti correnti bancari semplicemente rilasciando un’autorizzazione, dando il via libera a servizi innovativi 

roboadvisory  

Tra le tante novità nei trend fintech 2020, impossibile non citare, poi, l’innovazione nel settore dei roboadvisory, consulenza finanziaria dove l’apporto umano è minimo: le decisioni di investimento sono prese da algoritmi sulla base degli obiettivi dell’investitore 

 

Trend fintech 2020: fonti di finanziamento alternative 

La platform economy riguarda sempre più anche il fintech. Per i risparmiatori sono disponibili nuove opportunità di investimento basate su servizi web che mettono in comunicazione lenders e borrowers in maniera più fluida ed efficiente rispetto al passato. Ci guadagnano tutti: gli investitori, (che possono più facilmente impiegare le proprie risorse) e le aziende prenditrici (che hanno necessità di ottenere credito e massimizzano in tal modo le possibilità di approvvigionamento).  

Tra i trend fintech 2020 più interessanti è impossibile non menzionare i servizi di credit scoring, che migliorano la gestione del rischio in azienda e la sicurezza generale del sistema economico.  

Da non sottovalutare, poi, il settore delle fonti di finanziamento alternative. Come l’invoice trading: la possibilità, cioè, di smobilizzare i propri crediti verso aziende terze. Anticipo fatture, credito di filiera e factoring sono alcune delle voci più interessanti per i CFO che vogliono diversificare.  

Tra le proposte innovative meno conosciute dal pubblico va senz’altro citato anche il crowdfunding. Oggi basta presentare un progetto di impresa strutturato e caricarlo su una delle tante piattaforme disponibili sul mercato: ci penserà la folla a decidere se finanziarlo, anche con microinvestimenti 

Trend fintech 2020: big data dati e blockchain 

Anche nel fintech non è possibile prescindere da big data e intelligenza artificiale (AI). La riduzione degli sportelli fisici rende, inoltre, centrale il tema dell’assistenza al cliente: qui entra in gioco l’AI, essenziale per gestire il customer service nel 2020 risparmiando sui costi 

Last but not least, tra i trend del fintech 2020 non è possibile trascurare i servizi legati alla blockchain (particolarmente utile per i trasferimenti inter e intrabancari) e alle criptovalute, che stanno diventando sempre più popolari. 

New call-to-action

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!