Cosa valutare nella scelta di una piattaforma di cessione crediti

Affidarsi a una piattaforma di cessione crediti oggi è diventata una opzione presa in considerazione sempre più di frequente dalle aziende che hanno problemi di liquidità o da quelle che li vogliono evitare. Per sfruttare al massimo tutti i vantaggi che questo tipo di strumento potenziato dall'onda fintech offre è necessario soffermarsi con attenzione nella scelta della piattaforma giusta ed esistono degli aspetti che più di altri vanno monitorati per procedere poi con soddisfazione nella vendita delle proprie fatture. 

 

Come funziona una piattaforma di cessione crediti 

Per comprendere al meglio cosa valutare quando si va a selezionare una piattaforma di invoice trading è bene conoscerne il meccanismo. Per cedere i propri crediti on line con questo strumento adatto soprattutto alle aziende che hanno fatture commerciali pagate generalmente a 30-60-90-120 giorni e la necessità di gestire e ottimizzare il proprio flusso di cassa, si deve presentare la propria richiesta tramite piattaforma aspettando che sia valutata sulla base di alcuni indicatori e che le venga assegnato un rating incrociando i dati a disposizione con quelli presenti nelle banche dati di alcuni provider. 

Una volta accettata, la fattura sarà pubblicata sulla piattaforma di cessione crediti attraverso cui gli investitori potranno acquistarla in tre differenti modalità che variano di portale in portale. Alcuni operano con delle aste al rialzo, altri con offerte competitive o acquisto diretto da parte delle piattaforme, altre ancora con cartolarizzazione delle stesse tramite asset backed securities. Ciò che importa è che l’investitore che decide di acquistare la fattura anticipa all’azienda un importo pari a circa l’85-90% del corrispettivo liquidando il saldo alla scadenza. 

 

Comodità e semplicità per una gestione fluida del cash flow    

Tra i primi motivi per cui le aziende si spingono a scegliere la vendita delle fatture ci sono la rapidità e la semplicità che le piattaforme di cessione crediti spesso presentano. È importante andare ad appurare che questi vantaggi siano effettivi esplorando l'offerta presente sul mercato. 

Per quanto riguarda la “velocità di reazione” di un portale, si va a guardare principalmente in quanto tempo la liquidità arriva sul conto dell’impresa. Spesso si tratta di pochi giorni di attesa e nel qual caso siano di più, meglio cercare una proposta più competitiva in tal senso. La rapidità si deve però accompagnare con la flessibilità e la semplicità di utilizzo per costituire un vero vantaggio. Questo significa che dovrebbe essere possibile cedere anche una singola fattura, ad esempio, e che in ogni caso l'azienda non debba fare i conti con troppa burocrazia usufruendo di un processo on line con una customer experience attraente e agevole. 

 

Trasparenza e gestione dei rischi per una cessione crediti più serena 

Un aspetto molto importante su cui portare l'attenzione durante la scelta di una piattaforma di cessione crediti è quello della trasparenza, in un primo momento nei costi, in un secondo momento nella gestione delle fatture presentate agli investitori. Ogni portale deve chiaramente esporre eventuali fee di iscrizione e commissioni relative alle fatture spesso legate alla data di scadenza. Allo stesso tempo è importante che offra la possibilità di monitorare online l’andamento del portafoglio ceduto in tempo reale. 

Prima di procedere con la vendita fatture on line, ciò che invece va controllato è la gestione del rischio, ovvero che il cedente non rischi l'insolvenza e nemmeno una segnalazione alla Centrale Rischi che potrebbe invece impattare sulla possibilità per un'azienda di accedere ad altri canali di finanziamento tradizionale che caso lo desiderasse. 

I vantaggi del pro soluto e perché preferirlo 

Esistono due modalità di cessione del credito che riguardano la presenza o meno di specifici obblighi in campo al cessionario. Con una piattaforma di cessione crediti pro soluto, all'azienda cedente non resta alcuna responsabilità in merito all’adempimento da parte del debitore, deve solo provare l'esistenza del credito e che possa essere ceduto, sarà poi il cessionario, ovvero il portale di invoice trading, a farsi carico del rischio dell’inadempimento. 

La situazione, lato imprese, è ben diversa con la modalità pro solvendo: in questo caso il cedente deve garantire che il debitore eseguirà il pagamento dovuto e, in caso di inadempimento, sarà obbligato a pagare la somma dovuta dal debitore. Anche se spesso i costi del pro soluto possono  risultare  più elevatiquesta resta l'opzione migliore in quanto permette all'azienda di “liberarsi” sia dei propri crediti sia di ogni rischio ad essi connesso. 

 

New call-to-action

 

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!