I benefici dell’Invoice Trading per la tua azienda

Si chiama Invoice Trading ed è uno degli strumenti della cosiddetta tecnofinanza (FinTech) più apprezzati dalle imprese del BelpaeseL’Osservatorio di P2P Lending Italia evidenzia come la vendita fatture in Italia abbia raggiunto nel 2018 il valore di 907,2 milioni di euro, pari a circa il 56% del mercato europeo. Ma cosa è l’Invoice Trading e perché piace tanto alle aziende italiane? 

 

Cos’è l’Invoice Trading 

L’Invoice Trading è la vendita di una o più fatture, con la cessione del relativo credito commerciale vantato nei confronti di un cliente (il debitore ceduto), realizzata attraverso una piattaforma online da un’azienda (cedente) a un investitore (cessionario). Il cessionario anticipa al creditore l’importo indicato a saldo della fattura al netto del suo compenso (remunerazione). Questo strumento, uno dei più utilizzati nella cosiddetta finanza alternativa, è apprezzato soprattutto dalle PMI in quanto permette loro di smobilizzare il capitale operativo ottenendo liquidità in tempi breviPer accedere al servizio sarà sufficiente registrarsi su un portale specializzato, che permette all’impresa di rivolgersi direttamente agli investitori. Questi ultimi otterranno un rendimento che è pari alla differenza tra il saldo nominale della fattura e il prezzo di acquisto dello stesso documento commerciale. La piattaforma assicura al cedente la possibilità di ricevere una somma compresa tra l’85% e il 90% del valore della fattura in tempi molto brevi, generalmente entro le 48 ore. Il resto dell’importo sarà invece trattenuto dal cessionario come garanzia del proprio investimento e verrà liquidato, ovviamente al netto della sua remunerazione, alla scadenza naturale della fattura.  

 

Con le tecnologie digitali si riducono tempi e costi 

L’Invoice Trading rappresenta un’ottima fonte di finanziamento integrativa (e in costante crescita) soprattutto per le PMI e le microimprese (ovvero il popolo delle cosiddette “Partita IVA”). Permette al creditore di ottenere liquidità in brevissimo tempo, facendo leva sui rapporti di fornitura vantati nei confronti di medie e grandi aziende. L’azienda accede alla piattaforma FinTech che offre il servizio e mette in vendita una o più fatture. Solitamente, al cedente non è richiesto di produrre particolari documentazioni o garanzie, perché la piattaforma FinTech che gestisce l’operazione utilizza tecnologie digitali di ultima generazione – in particolare, le Big Data Analytics e l’Intelligenza Artificiale – per valutare il merito creditizio dell’azienda cedente in modo rapidissimo e in autonomia. I tempi si riducono da settimane, a volte mesi, a un paio di giorni. Al contrario di quanto avviene in banca, dove a essere valutata è soprattutto la solvibilità dell’azienda cedente, il processo di valutazione nell’Invoice Trading si concentra sul merito stimato del debitore. Quest’ultimo è dedotto dall’analisi dei dati forniti dall’azienda cedente, incrociati con banche dati esterne e informazioni reperibili online sull’attività del ceduto. Sulla base di questa analisi, viene attribuito al cedente un punteggio (scoring) indicativo della sua affidabilità creditizia, che rappresenta l’elemento di valutazione dell’eventuale investimento da parte del cessionario. Aziende cui è associato uno scoring più elevato assicurano maggiori probabilità che il loro credito venga onorato e risultano, quindi, investimenti più appetibili per il cessionario. 

 

Invoice Trading, Factoring e anticipo fatture: le differenze 

Spesso i termini Invoice Trading e anticipo fatture vengono usati come sinonimi. La realtà, però, è che l’Invoice Trading è più che altro assimilabile alla vendita fatture che non all’anticipo fatture. Quest’ultimo, infatti, è un’operazione condotta per tramite di un soggetto tradizionale – tipicamente una banca –, al contrario della vendita fatture che è, invece, solitamente gestita da una piattaforma online liberamente accessibile H24. Nell’Invoice Trading i costi del servizio e i tassi applicati sono trasparenti per l’impresa, che potrà facilmente confrontarli con quelli di tutte le piattaforme che offrono servizi simili. Inoltre, non sono previste spese di istruttoria o altre commissioniL’Invoice Trading si differenzia, inoltre, anche dal Factoring – con cui pure vanta molte similitudini – che impone all’azienda la cessione di tutti i crediti commerciali attuali e futuri. Nell’Invoice Trading, invece, l’azienda può decidere di vendere anche una sola fattura di importo ridotto. 

 

Pro Solvendo e Pro Soluto 

Nell’anticipo fatture il documento commerciale è ceduto Pro Solvendo. Questo significa che l’azienda che cede il proprio credito rimane comunque responsabile dell’eventuale inadempienza da parte del debitore ceduto. Nell’Invoice Trading, invece, la cessione del credito avviene Pro Soluto, liberando di fatto il creditore cedente dalla responsabilità della mancata estinzione del debito commerciale e questo è un altro vantaggio essenziale della vendita fatture. 

New call-to-action

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!