Vendita dei crediti: quali fatture sono cedibili?

Alla difficoltà di generare business molto spesso per le aziende si aggiunge anche quella di riuscire a farsi pagare puntualmenteConsapevole di questo problema che affligge le PMI italiane da diversi anni e che con l'emergenza sanitaria non ha fatto che acuirsi, il mondo del fintech, unendo finanza e tecnologia, ha creato soluzioni innovative rivolte a tutte quelle imprese che necessitano di ottenere la liquidità con cui poter proseguire la propria attività imprenditoriale. La vendita dei crediti è senza dubbio una delle opportunità più vantaggiose. 

 

Impatto della vendita fatture sul sistema produttivo 

Veloce, sicura e affidabile è una soluzione che, oltre a rispondere alle necessità delle singole, aziende supporta anche a tutto l'ecosistema imprenditoriale perché favorisce la circolazione della ricchezza. 

Quando ad esempio un imprenditorie acquista da un produttore alcuni beni, per procedere alla loro vendita verso il cliente finale, solitamente decide di impegnarsi a pagarli non nell'immediato bensì a vendita effettuata, quando avrà le risorse per farlo. Nella (lunga) attesa il produttore di beni potrebbe voler realizzare degli investimenti per ottimizzare il proprio business e solo cedendo la propria fattura può accorciare i tempi e non vincolare il proprio piano di sviluppo all'andamento degli affari del proprio debitore. La vendita dei crediti si rivela quindi uno strumento che ha ripercussioni positive su tutto il sistema produttivo e non solo su chi ne fa direttamente richiesta 

 

Quando le fatture sono cedibili     

Scoperta questa opportunità, è importante comprendere quando è possibile usufruirne perché non tutte le fatture sono cedibili, esistono delle regole e delle limitazioni, alcune di carattere generale, legate alle normative, altre più specifiche che dipendono dal modello di business che le singole piattaforme di vendita dei crediti hanno adottato. 

Al di là quindi di alcuni parametri come l'importo unitario minimo e la data di scadenza massima, le fatture per essere vendibili devono rappresentare crediti certi, liquidi ed esigibili, cedibili e non scaduti e si devono riferire a beni già consegnati o a servizi già erogati. 

crediti sono ceri, liquidi ed esigibili quando non sono sottoposti a condizioni, vincoli, pesi di alcun genere che ne possano limitare la certa esigibilità.  

 

Vendita dei crediti futuri 

Anche la vendita di fatture relativa a crediti futuri è possibile, purché essi siano determinati o determinabili al momento della conclusione del contratto di cessione. In questo caso, l'accordo di vendita dei crediti si perfeziona con il consenso del cedente e del cessionario, ma il “passaggio” di proprietà avviene quando il credito si manifesta nella sfera giuridica del cedente a seguito della fornitura e1o della prestazione del servizio.   

 

Come funziona la vendita fatture   

Appurato che le proprie fatture siano cedibili (assenza quindi di vincoli di incedibilità contrattuale dettata dalle norme imposte dal cliente), un'azienda può proporle a una delle numerose piattaforme di invoice trading, distinguendo se si tratti di crediti verso la PA. 

Il portale valuta le proposte ricevute sulla base di alcuni indicatori, attribuisce un rating incrociando i dati a disposizione con quelli presenti nelle banche dati dei diversi providers e le propone agli investitoriQuesto il modus operandi di CrescitaliaLab che non opera con il meccanismo dell’asta competitiva.  

L'azienda entro 48 ore potrà incassare già l’85-90% del valore della fattura, il saldo, al netto della remunerazione dell’investitore, sarà liquidato al momento dell’effettivo pagamento da parte del debitore.  

Tra i vantaggi di vendita dei crediti ci sono la semplicità di utilizzo, la velocità, la trasparenza dei costi e la flessibilità perché non viene richiesta alcuna garanzia e non viene effettuata alcuna segnalazione alla Centrale Rischi del circuito bancario. 

New call-to-action

 

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!